Associazione ticinese
funzionari controllo abitanti

Relazione presidenziale 2021

29.10.21
Savosa

Signor Consigliere di Stato, caro Norman

Signor Sindaco, caro Raffaele

Signore e Signori conferenzieri – grazie ancora per le relazioni ! –

Signore e Signori ospiti presenti

 

Silvia Gada capa-sezione della popolazione; Davide Pawlaczek (che ha dovuto assentarsi) capo del servizio MOVPOP e Andrea Càmesi collaboratore; Waldo Pfund, Lauro Gianinazzi e Claudio Stirnimann, già Presidenti della nostra Associazione;

scuso il socio fondatore e anche socio passivo Sergio Chiesa, il già Presidente Gabriele Serena, il Cancelliere dello Stato Arnoldo Coduri, il segretario generale del DI Luca Filippini, il capo della sezione degli enti locali Marzio Della Santa, Dunja Valsesia sostituta capa-sezione della popolazione, sezione che raggruppa l’Ufficio dello stato civile e l’Ufficio della migrazione, il già capo dell’ufficio centrale dello stato civile Vincenzo Lava, Massimo Demenga Presidente USCTi (presente il vice Waldo Patocchi),

Colleghe e colleghi di Comitato, neo Presidentessa Katia,

Care e cari soci,

 

È con immenso piacere che vi porgo a nome del Comitato dell’Associazione Ticinese Funzionari Controllo Abitanti il più caloroso benvenuto. La vostra numerosa e qualificata partecipazione –un’ottantina di presenti, quasi 100 alla formazione- ci rende particolarmente orgogliosi. Il Comune di Savosa vi accoglie in questa sala che profuma ancora di nuovo. Dopo esserci riuniti “in Valle” a Quinto proprio 5 anni fa, quale simbolico sostegno ai piccoli paesi che a volte sono un po’ dimenticati, mi sono permesso per questa occasione di convocarvi in periferia della Città di Lugano, a Savosa dove opero quale Segretario comunale. Oggi ci ritroviamo per i 45 anni della nostra Associazione, in un tempo piuttosto difficile causa anche la pandemia ancora presente tra noi; mi unisco con tutti voi per un pensiero di vicinanza a tutte le persone che hanno sofferto personalmente, o per un lutto, o che hanno avuto o hanno tuttora difficoltà nell’ambito professionale. 

 

Chi mi conosce sa che ho un debole per i numeri: in questo 2021 la nostra Associazione compie 45 anni (mi si dice però che bisogna festeggiare ogni giorno!). Per idealmente gettare un ponte tra Quinto e Savosa, eccovi il percorso: la Funicolare del Ritom celebra 100 anni, e per rimanere in Leventina sottolineo i 100 anni dalla nascita dello scrittore e poeta Giorgio Orelli; scendiamo nelle Tre Valli, per “toccare l’economia”, individuo la ditta Helsinn che opera locale ma conosciuta a livello mondiale e compie come noi 45 anni, e sempre 45 anni la tipografia Jam di Prosito (piccola realtà famigliare che ha sempre stampato, tra gli altri, la Rivista 3 Valli e la Rivista dell’Alleanza patriziale). Vogliamo ora varcare il Ceneri, non come ostacolo ma quale unione tra Sopra e Sottoceneri e, – nell’ambito del volontariato – evidenzio i 75 anni di UNICEF e i 50 di Comundo, e sulla via della parità dei sessi, non da ultimo, la ricorrenza dei 50 anni di suffragio femminile a livello federale.         

                       

Sono molto contento che la presidenza dell’ATFCA è stata assunta oggi da una donna, competente e capace, e che il Comitato è stato rinnovato sempre col gentil sesso. Arriviamo a Savosa per i 25 anni della Casa comunale, fulcro amministrativo e politico di ogni Comune…ed eccoci qua! Nella nuova ala SI.

 

Passo ora al nostro lavoro del controllo abitanti affermando – e non smetterò di ricordarlo – che è attività centrale del Comune, e di servizio alla cittadinanza. Capisco la frustrazione perché a volte non ci sentiamo considerati (o poco), ma non dobbiamo demoralizzarci e continuare a svolgere il nostro lavoro bene come lo sappiamo fare. Tutto è perfettibile, ma quello che conta è l’impegno e il cuore che ognuno di noi ci mette quotidianamente. L’Associazione vuole essere valido supporto per i soci in questo momento di trasformazioni. Il vostro Comitato è pronto a recepire le esigenze dei soci e vi invita ad interpellarci per ogni eventualità.

                           

Unicamente grazie al vostro supporto e alla vostra partecipazione potremo ulteriormente crescere ed essere, nell’ambito dell’attività di un’Amministrazione comunale, punto di riferimento per la popolazione e i nostri colleghi del Comune.

Non dobbiamo però “prendere quello che abbiamo” e basta, senza voler sempre rinnovarci, questo ci è anche chiesto!

Da una citazione di Mahatma Gandhi: “il futuro dipende da ciò che facciamo nel presente”.

 

Riprendo ora l’attività del Comitato.

È già di 5 anni, l’opzione, da parte del Cantone, della notifica degli stranieri agli Uffici del controllo abitanti, che è stata poi abbandonata; d’altro canto, con la riorganizzazione degli Uffici degli stranieri, come Uffici del controllo abitanti abbiamo beneficiato di un pronto ed auspicato coinvolgimento nell’attività e delle informazioni. 

                                                           

È stato mio desiderio riprendere la giornata annuale di formazione, momento importante di apprendimento e anche di aggregazione. Ripasso, negli anni, i temi: assoggettamento fiscale/doppia imposizione, sicurezza informatica, documenti falsi, legge protezione dati, concetto di domicilio, accordi bilaterali, voto elettronico nelle elezioni e votazioni (mi vien da dire che almeno il voto per corrispondenza generalizzato, anche per le elezioni, è stato implementato, due legislature fa), il trattamento delle richieste di informazione da parte dell’Ufficio protezione dati, il controllo sul territorio con il Comandante della Polizia di Lugano, un pomeriggio autodidatta proposto dai membri del Comitato sui più svariati temi, la modifica della Legge stranieri e le principali differenze tra i diversi tipi di permesso, le residenze fittizie, nonché la più recente prassi nell’ambito della protezione dei dati, e oggi il tema “affittacamere”; di questo ne sono particolarmente fiero. 

 

Il Comitato si è anche ingaggiato a proporre, nell’ambito del corso per funzionari dell’Istituto della formazione continua, un modulo sul controllo abitanti con una diversa formula: non ex-cattedra, bensì organizzando dei veri e propri “laboratori” con la partecipazione dei corsisti nei vari Comuni di attività dei membri di Comitato, per una formazione in particolare pratica.

 

Abbiamo inoltre lavorato per introdurre un’uniformità nei Comuni dei vari certificati per l’utenza.

Il sito dell’ATFCA è stato rinnovato e abbiamo anche provveduto a puntualmente aggiornare lo Statuto del 1976. Nel periodo del lookdown si è pensato di partecipare, unitamente all’Unione dei Segretari comunali, a un piccolo gesto di solidarietà versando un contributo al Soccorso d’Inverno sezione Ticino. Mi piace anche ricordare che la nostra Monica del Comitato – che ha deciso di non sollecitare un nuovo mandato per dedicarsi alla famiglia, e che ringrazio per il prezioso apporto – ha partecipato un anno fa alla trasmissione TSI “Filo diretto” e ha portato le sue competenze nel ruolo del controllo abitanti, a riguardo del cambio di domicilio e di altri puntuali temi.

 

Prossimamente saremo confrontati con la revisione della Legge di applicazione della legge federale sull’armonizzazione dei registri e della banca dati movimento della popolazione, e per questo ci siamo messi a disposizione; il Dipartimento ci ha coinvolti di recente. Grazie!

 

Dai servizi cantonali preposti sono inoltre a breve previste due circolari: sulla tematica domicilio/soggiorno nell’ambito delle naturalizzazioni e sulla questione sempre molto delicata dell’affidamento dei minori. Rimane in sospeso – a mio modo di vedere – l’indicazione del Dipartimento circa la problematica del domicilio per rapporto all’abitabilità degli spazi occupati o da occupare.

                                                                

Non siamo tutti concordi sulla linea da seguire e, a questo proposito, abbiamo richiesto un parere in merito e vi renderemo partecipi prossimamente.

 

Ci sono altre tematiche che sono anche di respiro federale.

Le problematiche “Serafe” sono in parte rientrate ma il tutto ha richiesto un lavoro aggiuntivo da parte del controllo abitanti. L’e-trasloco è già realtà in alcuni Cantoni, in Ticino è in fase di test. Si attende anche una base giuridica per la consultazione elettronica degli attestati LAMAL. Si parla anche di “Servizio nazionale degli indirizzi”; ne siamo però piuttosto scettici e l’Ufficio cantonale delle protezione dei dati ha già avuto modo di rilasciare un preavviso piuttosto negativo. La carta di sicurezza per i documenti, introdotta nel 2017, ha riscosso un discreto successo con la fornitura totale di 1.5 mio di fogli. L’ASSA, l’Associazione mantello Svizzera ha anche lanciato un sondaggio sulle esigenze dei soci e siamo in attesa dei risultati.

        

Come dicevo dobbiamo essere pronti ai cambiamenti che ci concernono, anche per il solo fatto che i Comuni diventano sempre meno. Ci stiamo avvicinando alla soglia dei 100 Comuni. C’è un tema che in questi ultimi tempi è particolarmente dibattuto: il declino demografico che sicuramente preoccupa; facciamo sempre meno figli e i nostri ragazzi/talenti, dopo la conclusione degli studi Otre Gottardo non rientrano perché sarebbero confrontati con salari nettamente più bassi; ma lasciamo alla politica la sfida del “riequilibrio” della fasce di età!

 

Per tornare ai numeri, e terminare il mio esposto, non ho giustamente sollecitato un nuovo mandato in Comitato dopo 20 anni di presenza di cui 7 quale Presidente. Ne faccio parte dal 19 aprile 2002 – e colgo l’occasione per salutare Grazia, nostra valida Segretaria, che da un anno ci segue in qualità di socia passiva, che ha iniziato l’avventura proprio con il sottoscritto – e dal 17 ottobre ‘14 Presidente nominato extra-muro ad Asti.

 

Non potevo tralasciare proprio questo ultimo aspetto – quello delle gite – e ci tengo a ringraziare molto Waldo che ci organizza le belle uscite fuori porta. Detto di Asti, nel 2015, unitamente all’USCTi abbiamo potuto partecipare all’Expo universale di Milano, nel 2016, oltre a festeggiare i 40 anni dell’Associazione, ci siamo recati a Brescia-Franciacorta, nel 2017 a Diano D’alba/Torino, nel 2018 a Verona e nel 2019 abbiamo visitato Palazzo Federale.

 

Ringrazio tutti voi anche per il gradito omaggio che mi è stato consegnato questo pomeriggio durante i lavori assembleari.

Abbiamo anche un regalo per tutti che vi invito a ritirare all’uscita: il Comitato lo ha voluto a Km 0, un vitigno che nasce sui ripidi terrazzi di Gordola e che una start-up ha recuperato: “Impervio 2020”; quasi simbolico per quella difficile fase di inizio pandemia che abbiamo molto sofferto, ma che con fiducia vogliamo superare, facendo nostro l’entusiasmo di questi giovani produttori. Auguro a tutti voi tanta salute!

 

Ringrazio di nuovo per la folta presenza e per l’importante lavoro quotidiano, i membri di Comitato per l’impegno e l’organizzazione, il delegato Massimo che fa parte del Comitato ASSA, i già Presidenti, e, con particolare simpatia, chi ha terminato l’attività ma resta vicino all’Associazione come socio passivo.

 

Buon Compleanno

Associazione Ticinese Funzionari del Controllo Abitanti!

Concludo (veramente)….e se sono riuscito ad annoiarvi “non lo si è fatto apposta”

<dal classico di Alessandro Manzoni de I promessi sposi>

 

Vi ringrazio per l’attenzione e vi auguro una bella serata.

 

Christian Barelli, Presidente Associazione ticinese funzionari controllo abitanti

← Torna indietro

Associazione ticinese
funzionari controllo abitanti

Katia Corti
c/o Città di Mendrisio
Ufficio controllo abitanti
CH-6850 Mendrisio

058 688 34 00

E-mail

ATFCA

Realizzazione sito
Assolo Networks

 

© 2022 Tutti i diritti riservati - ATFCA